85 | GEORGE TATGE

        1951

 

BAMBINA AL FORTEPIANO, 1987

stampa alla gelatina ai sali d’argento realizzata su carta a fibre naturali da negativo originale 13×18
direttamente dell’autore, ed. 2/10, cm 50,5×60,7.
Firmata, datata e titolata al verso a matita: George Tatge Bambina al fortepiano ‘87
Timbro a secco dell’autore sul margine in basso al centro.

Provenienza
Milano, Collezione privata.

Bibliografia
G. Tatge. Al di là del Tiglio. Un ritratto di Todi, Fratelli Alinari, Firenze 2002, p. 26 (ill. esemplare della stessa edizione).

Opera accompagnata da certificato di autenticità firmato dall’artista.

L’opera presentata costituisce una testimonianza del periodo che George Tatge trascorse a Todi – circa dodici anni – a partire dall’estate del 1974. Era stato in precedenza qualche tempo a Roma, città in cui avrebbe voluto indagare luoghi e persone in un modo più intimo e profondo di quanto invece una Roma, prevalentemente turistica, permettesse. La città di Todi invece offrì al giovane fotografo l’ambiente ideale, per la poeticità dei luoghi e soprattutto per la disponibilità e l’accoglienza delle persone, alle sue ricerche. Qui egli svolse una sottile indagine dapprima dei luoghi – intesi tuttavia non con finalità meramente descrittive, ma volti a suggellare l’unione tra gli stessi e il tessuto umano circostante – e poi delle persone, che, a differenza della precedente esperienza romana, si prestavano di buon grado a raccontare e a raccontarsi, accogliendo l’artista nelle loro vite e nella loro città, che non a caso rimane oggi uno dei suoi luoghi prediletti. Ed ecco quindi che paesaggi, monumenti, ma anche soltanto semplici oggetti si pongono in rapporto dialettico con le persone che li abitano, li usano, e con essi diventano un unicum senza tempo.

 

Stima € 1.000 – 1.500

 

VAI ALL’APPROFONDIMENTO

 

RICHIEDI UN CONDITION REPORT

PARTECIPA ALL’ASTA

CONTATTACI

HAI UN’OPERA DI QUESTO ARTISTA E VUOI VENDERLA?

Open chat
1
Come possiamo aiutarti?