DAMIEN HIRST (Bristol 1965)

Nato a Bristol nel 1965, è uno degli esponenti della Young British Art. Il movimento esordisce nel 1988 alla mostra Freeze di Londra ed è contraddistinto da una comune matrice pop – concettuale con una marcata tendenza iconoclasta e uno sfruttamento consapevole dei meccanismi persuasivi della pubblicità e dei media. Le opere di Hirst sono imbevute di umorismo nero e dissacrante affrontando più volte il tema della morte esibendola attraverso l’utilizzo di diversi cadaveri di animali immersi in vasche di formalina (The Physical Impossibility of Death in the Mind of Someone Living, 1991) oppure farfalle rappresentate nel loro ciclo vitale. Un altro tema sono le opere costituite da fotografie e dipinti rigidamente geometrici oppure al contrario generati dalla rotazione casuale di dispositivi che distribuiscono il colore sulla tela.